La BCI è la biblioteca centrale dell’ Università e con le biblioteche dei Dipartimenti costituisce la rete delle biblioteche dell’Università. La BCI è aperta a tutti i possibili utenti, ma la sua missione principale è servire i membri della comunità accademica dell’Università. Si considerano membri della comunità accademica:

  • i docenti ed i ricercatori dell’Università
  • gli studenti universitari
  • gli studenti laureati e i dottorandi
  • i lavoratori dell’università

Per utilizzare i servizi della BCI, i membri devono acquisire la “Scheda Utente”. Ci non è membro della comunità accademica, è considerato “utente esterno” e per acquisire la Scheda Utente deve pagare una somma forfetaria di 30 Euro.

Per acquisire la scheda, l’utente deve compilare il relativo modulo di richiesta. Quando un  utente si iscrive alla biblioteca deve conoscere ed accettare il Regolamento della BCI. Si considerano visitatori, gli utenti occasionali che non hanno la scheda utente, e che comunque devono conformarsi al rispetto delle condizioni del Regolamento, il quale regola la presenza dei visitatori in biblioteca e l’utilizzo dei servizi disponibili negli spazi della biblioteca.

L’ edificio della BCI ha quattro piani. Ci sono 400 posti per lo studio, 54 postazioni internet, 6 sale piccole per gruppi di lavoro per studenti, ricercatori e docenti, 4 sale personali di lettura, 1 sala conferenze con capienza di 76 posti, 1 sala per la didattica e 124 appositi armadietti.

E’ possibile connettersi a internet e avere accesso completo alle risorse elettroniche della biblioteca. La connessione è molto semplice ed è effettuata attraverso la rete integrata dell’Università.

Per gli utenti con disabilità fisica o sensoriale (vista, udito, ecc.), ci sono postazioni attrezzate dedicate agli  utenti disabili. Queste postazioni si trovano al primo piano e soddisfano i requisiti di questi utenti per accesso a internet e alle risorse elettroniche.

Per informazioni generali ed informazioni su prestiti, sale di letture e spazio rimanente, ci si può rivolgere al Servizio di Prestito e Sale di Lettura al primo piano, tel. 0030 2610 969620-21.

La BCI possiede una collezione ricca di libri stampati, che serve le esigenze didattiche e di ricerca della comunità accademica. La collezione principale si trova al primo e al secondo piano dell’edificio. Ci sono anche collezioni più piccole, come la collezione di materiale informativo di reference (enciclopedie, dizionari, manuali, ecc.), la collezione di libri di grande formato e la collezione di copie multiple, che sono collocate a scaffali speciali al primo piano, la collezione dei doni, che si trova al terzo piano e le tesi di dottorato, che si trovano al piano di sotto. Tutto il materiale stampato può essere trovato attraverso il catalogo “Nirea”, dove si può fare la ricerca anche in inglese.

Per informazioni sul materiale stampato e in particolare sui libri stampati, ci si può rivolgere al Servizio di Prestito e Sale di Lettura, tel. 0030 2610 969620-21. Per i periodici, sia correnti sia per i numeri arretrati, ci si può rivolgere all’Ufficio Reference, al piano terra, tel. 0030 2610 969634.

La BCI fornisce accesso ad una grande collezione di risorse elettroniche, alle sottoscrizioni dell’Università di Patrasso o a quelle riservate ai membri di HEAL-Link (HEllenic Academic Link). E’ possibile  accedere a più di 14.000 periodici elettronici e in molti casi si può accedere a tutti i numeri di un periodico sin dal primo numero. Questi periodici coprono tutti i settori scientifici dell’Università di Patrasso.

La BCI ha anche accesso a migliaia di libri elettronici e materiale informativo di editori e fornitori come  Springer e Elsevier. Tramite queste collezioni si può accedere al testo pieno dei libri, enciclopedie, manuali, atti di conferenze, ecc.

Si può creare una bibliografia su un determinato argomento o autore o si può fare una ricerca per trovare qualcosa di specifico, su un determinato argomento, recuperando per esempio un articolo, da un gran numero di banche dati, il cui acesso è fornito dalla BCI. Ci sono banche dati bibliografiche e a testo pieno, che coprono varie discipline scientifiche.

Queste risorse sono raggiungibili attraverso il sito web della BCI o attraverso il sito web del HEAL-Link.

L’accesso alle risorse elettroniche è possibile attraverso gli indirizzi IP che appartengono alla rete dell’Università. Per l’accesso remoto, l’utente deve usare i dati del suo conto istituzionale (indirizzi della posta elettronica upatras.gr o upnet.gr) ed il software OpenVPN. L’alternativa é connettersi attraverso i sistemi e le piattaforme di fornitori selezionati di risorse elettroniche con stesse username e password.

E’ possibile scaricare il materiale che interessa e salvarlo sui dispositivi di memoria portatili o stamparlo. Per gli utenti che vogliono stampare il materiale in sede, la BCI fornisce stampante, che stampa in bianco e nero e in formato A4: condizione necessaria è avere la scheda utente. Il servizio è a pagamento e la tariffa è 0,05€ per pagina. Questo servizio è soggetto a restrizioni e deve rispettare le condizioni di utilizzo previstee dal Regolamento sull’Utilizzo dei Servizi Elettronici e delle Postazioni PC.

Per informazioni sui servizi elettronici e sulle risorse elettroniche, rivolgersi al Servizio di Supporto degli Utenti, al secondo piano, tel. 0030 2610 969623-30.

Per gli utenti che non trovano in sede il materiale che cercando, c’e’ il Servizio di Prestito Interbibliotecario e di Fornitura di Documenti (ILL-DD). Le richieste degli utenti sono inoltrate a biblioteche in Grecia e all’estero. Per informazioni ulteriori sul Servizio di Prestito Interbibliotecario e sui costi, rivolgersi all’Ufficio di Prestito Interbibliotecario, al primo piano, tel. 0030 2610 969622.

Per informazioni generali o ulteriori domande, è possibile inviare comunicazioni alla BCI tramite la posta elettronica all’ indirizzo info@lis.upatras.gr. E’ possibile anche contattare la BCI tramite i canali Facebook all’indirizzo http://www.facebook.com/lisupatras e tramite Twitter all’indirizzo http://www.twitter.com/lisupatras.


Translated by: Maria Frantzi, Antonella De Robbio